Ospiti

Ospiti istituzionali

Alice Giannitrapani

Alice Giannitrapani

Direttrice della Scuola estiva di Metodologia Semiotica "Paolo Fabbri"

Università degli Studi di Palermo

Alice Giannitrapani è la Direttrice della Scuola estiva di Metodologia Semiotica "Paolo Fabbri". Alice è ricercatrice in semiotica presso il Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo, dove svolge attività di ricerca e insegna semiotica, semiotica degli spazi museali e semiotica dello spazio. I suoi principali interessi di ricerca ruotano intorno allo spazio, al gusto, all’alimentazione, al turismo. Ha pubblicato, fra l’altro, Viaggiare: istruzioni per l’uso (2009), Introduzione alla semiotica dello spazio (2013), Spazi, passioni, società. Problemi teorici e studi di caso (2017), Foodscapes: cibo in città (2021).  
Pina Mandina

Pina Mandina

Dirigente scolastica

Istituto Professionale per i Servizi dell'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera - Liceo della Comunicazione della cultura enogastronomica "Ignazio e Vincenzo Florio"

Pina Mandina è la dirigente scolastica dell'Istituto Professionale per i Servizi dell'Enogastronomia e dell'Ospitalità Alberghiera e Liceo della Comunicazione della cultura enogastronomica "Ignazio e Vincenzo Florio" di Erice (Trapani). L'istituto è intitolato a due grandi imprenditori siciliani: Ignazio e Vincenzo Florio, figli di una Sicilia industriosa, creatrice di ricchezza e centro di cultura mediterranea ed europea che rappresentano al meglio la vocazione della scuola.
Gianfranco Marrone

Gianfranco Marrone

Presidente del Circolo Semiologico Siciliano

Università degli Studi di Palermo

Gianfranco Marrone, saggista e scrittore, è il presidente del Circolo Semiologico Siciliano.
È professore ordinario di Semiotica nell'Università di Palermo. Ha tenuto corsi, fra le altre, nelle università di Bologna, Bogotà, IULM, Jyväskylä, Limoges, Meknès, Pollenzo, São Paulo. Dirige il Centro internazionale di scienze semiotiche di Urbino e la rivista “E/C” (www.ec-aiss.it). E' Presidente del Circolo semiologico siciliano. Giornalista pubblicista, collabora a "Tuttolibri" de "La Stampa", "Repubblica - Palermo", "doppiozero" e altre testate. Tiene una rubrica intitolata "Punto" nell'ultima pagina del magazine "Il Gattopardo". Fa parte del Comitato scientifico delle riviste Versus, Carte semiotiche, Lexia, Actes Sémiotiques, Ocula, LId'O. Dirige la collana "Insegne" presso l'editore Mimesis di Milano, i Nuovi Quaderni del Circolo semiologivo siciliano, nonché, con I. Pezzini, la "Biblioteca di Semiotica" presso Meltemi. Svolge ricerche qualitative sulla comunicazione di brand per enti pubblici e aziende private.

Contatto

Sito web: www.gianfrancomarrone.it

Docenti della scuola

Stefano Bartezzaghi

Stefano Bartezzaghi

Docente di Semiotica

Iulm – Libera Università di Lingue e Comunicazione

Stefano Bartezzaghi è docente di Semiotica della Creatività all'Università Iulm (Milano). Collabora con «la Repubblica», cura rubriche e scrive articoli su giochi, libri e linguaggio. Ha ideato e diretto il festival dell'umorismo "Il senso del ridicolo" (2015-2020). Dirige le collane "Campo aperto" e "Amletica leggera" per la casa editrice Bompiani. I suoi ultimi libri sono Mettere al mondo il mondo. Tutto quanto facciamo per essere detti creativi e chi ce lo fa fare (Bompiani, 2021) e Senza distinzione. Di sesso, di razza, di lingua (People, 2022).
Annalena Benini

Annalena Benini

Giornalista

Il Foglio

Annalena Benini è nata a Ferrara nel 1975. Giornalista e scrittrice, è al «Foglio» dal 2001 e scrive di cultura, persone, storie. La rubrica di libri Lettere rubate esce ogni sabato, l’inserto «Il Figlio» esce ogni venerdì ed è anche un podcast. Ha scritto e condotto il programma tivù Romanzo italiano per Rai3. È autrice di La scrittura o la vita. Dieci incontri dentro la letteratura (Rizzoli, 2018) e di I racconti delle donne (Einaudi, 2019). Dirige Review, la rivista culturale mensile del «Foglio».
Antonio Fraschilla

Antonio Fraschilla

Giornalista

Gruppo Gedi – Repubblica, l'Espresso

Antonio Fraschilla (1980) è giornalista del gruppo «GEDI» e scrive per La Repubblica e l'Espresso. Ha curato diverse inchieste sugli sprechi della politica e della pubblica amministrazione. Per Einaudi ha pubblicato Grandi e inutili. Le grandi opere in Italia (2015).
Francesco Giorgino

Francesco Giorgino

Giornalista e docente universitario

Rai – Radiotelevisione Italiana

Professor of Practice di Comunicazione e Marketing in Luiss dove dirige il Master di secondo livello in Comunicazione e Marketing politico ed istituzionale e dove insegna Content Marketing & Brand Storytelling e Newsmaking.
Tarcisio Lancioni

Tarcisio Lancioni

Docente di Semiotica

Università degli Studi di Siena

Tarcisio Lancioni (1961) è professore di Semiotica e Semiotica della cultura presso l’Università degli Studi di Siena. È direttore del Centro di Ricerca interateneo "Omar Calabrese" di Semiotica e Scienze dell’immagine (CROSS) e della rivista “Carte Semiotiche”. Fra i suoi lavori: Viaggio tra gli isolari; Immagini narrate. Semiotica figurativa e testo letterarioIl senso e la forma. Semiotica e teoria dell’immagine. Le sue ricerche vertono principalmente sulla semiotica dell’immagine e della rappresentazione.
Anna Maria Lorusso

Anna Maria Lorusso

Docente di Semiotica

Università degli Studi di Bologna

Anna Maria Lorusso è professoressa di Semiotica presso l’Università di Bologna. Dal 2017 al 2021, è stata Presidente dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici. Si occupa di memoria ed eredità culturale, di narratologia e narrazioni sociali, delle forme di “popolarizzazione” della storia, attraverso i diversi media. Tra i suoi libri: Semiotica del testo giornalistico (con P. Violi, Roma-Bari 2004); Metafora e conoscenza (Milano 2005); La trama del testo. Problemi, analisi, prospettive semiotiche (Milano 2006); Umberto Eco. Temi, problemi e percorsi semiotici (Roma 2008); Semiotica della cultura (Roma-Bari 2010); Postverità. Fra reality tv, social media e storytelling (Roma-Bari 2018).
Isabella Pezzini

Isabella Pezzini

Docente di Semiotica

Università degli Studi di Roma – La Sapienza

Isabella Pezzini è professoressa ordinaria di Filosofia-Teoria dei linguaggi (MFIL/05) e insegna Semiotica presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma. Si è formata a Bologna (con Umberto Eco, Paolo Fabbri) e Parigi (con Algirdas Julien Greimas) e ho insegnato a Bologna, Zurigo, Ferrara, Siena, San Paolo. Nella sua ricerca cerca di sviluppare lo studio della narratività e l'analisi del discorso (forme di enunciazione e di soggettività, espressione degli affetti e delle passioni, tipologie e generi testuali e discorsivi, multimodalità, efficacia comunicativa) e di estenderne la portata agli ambiti della sociosemiotica e della semiotica della cultura.
Maria Pia Pozzato

Maria Pia Pozzato

Docente di Semiotica

Università degli Studi di Bologna

Maria Pia Pozzato ha insegnato presso l’Università di Bologna e ha pubblicato numerosi saggi sulla metodologia semiotica di analisi dei testi, fra cui due manuali (Semiotica del testo. Metodi autori esempi, 2001; Capire la semiotica, 2013). Le sue indagini investono vari campi, sempre secondo una prospettiva semiotica: letteratura, televisione, pubblicità, informazione, spazi urbani, ecc. Fra le sue ricerche più recenti, l’analisi di un nutrito corpus di disegni fatti da persone comuni per rappresentare i loro luoghi d’origine (Visual and Linguistic Representations of Places of Origins, 2018; La camera di Henriette. Schizzi, disegni, mappe di luoghi identitari, 2020).
Franciscu Sedda

Franciscu Sedda

Docente di Semiotica

Università degli Studi di Cagliari

Franciscu Sedda è professore associato di Semiotica presso l’Università degli Studi di Cagliari. È stato visiting professor presso la Harvard University e la Pontificia Universidade di São Paulo, nonché vicepresidente dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici. È attualmente segretario generale della Società di Filosofia del Linguaggio, dirige il seminario "Reprogramming Culture: Communication and Protest" organizzato dalle università di Cagliari e Potsdam nel quadro del progetto europeo EDUC, è collaboratore de L'Unione Sarda, il principale quotidiano sardo. Si occupa di semiotica delle culture. Fra i suoi lavori: Tradurre la tradizione. Sardegna: su ballu, i corpi, la cultura (Roma 2003 e Milano 2019), Imperfette traduzioni. Semiopolitica delle culture (Roma 2012). Fra le sue curatele: Glocal. Sul presente a venire (a cura di, Roma 2005), Isole. Un arcipelago semiotico (Milano 2019). Ha curato i volumi di Juri M. Lotman, Tesi per una semiotica delle culture (Roma 2006), Retorica (Roma 2021), La semiosfera (Milano 2022, con S. Salvestroni). Fra i suoi principali interessi attuali lo studio del populismo digitale e delle forme dell'imprevedibile.